Caro bollette: Ecco la guida su come ottimizzare i consumi

Nel 2021 abbiamo visto un costante aumento dei prezzi dell’energia elettrica e del gas, che in questo trimestre ha toccato il suo massimo.
Unicoenergia, da sempre al tuo fianco, ha creato una guida al risparmio: tanti consigli utili per contenere i costi della bolletta.


Partiamo dalle basi.
I contratti di fornitura energetica possono prevedere una o più fasce orarie. Ad ogni fascia corrisponde un costo differente del kWh: se il tuo contratto prevede più fasce concentra i consumi maggiori nelle ore serali corrispondenti alla fascia F3.
In che modo?
Ad esempio, programmando la ricarica dell’auto elettrica di notte o attivando gli elettrodomestici dopo le 22:00 e in modalità ECO.

 

Investi in efficienza energetica
Utilizza lampadine a LED di ultima generazione in ogni stanza.
Se i tuoi elettrodomestici sono datati, sostituiscili con dei nuovi controllando la classe energetica di appartenenza: prediligi quelli di classe A+++.
Sapevi che oltre il 20% della dispersione termica delle case è causata da infissi e porte non isolanti?
Se puoi, sostituisci quelli vecchi con dei moderni serramenti a taglio termico: sono più isolanti e riescono a trattenere la temperatura all’interno.

 

Un grande risparmio da un piccolo gesto
In latino si dice Sic Parvis Magna, ovvero da piccoli gesti nascono grandi cose.
Ed è quello a cui bisogna pensare.
La somma di tanti piccoli gesti può portare ad ottenere un grande risparmio a fine mese.
Bisogna spegnere tutti i dispositivi in stand by e staccare tutte le apparecchiature inutilizzate dalle prese, così come i caricabatterie non utilizzati: questo può generare un risparmio fino al 16%.
Un trucco? Collegare tutto ad una scarpetta con interruttore.
Una stanza da cui si può ottenere un grandissimo risparmio è la cucina.
Qui, infatti, si trovano tre elettrodomestici chiave per la bolletta: frigorifero, forno e lavastoviglie.
Fai partire la lavastoviglie solo a pieno carico, rimuovi lo sporco in eccesso e privilegia la fascia oraria serale, utilizzando un programma ECO quando possibile.
Quando cucini evita di aprire diverse volte il frigorifero
, prendendo tutti gli ingredienti necessari in un’unica volta e non introdurre alimenti caldi, evitando così uno sforzo eccessivo della macchina.
Nel caso del forno, invece, il discorso risulta molto interessante, poiché si può impattare doppiamente sui consumi.
Per prima cosa, ove possibile, bisogna prediligere la cottura con la ventola, consentendo così al forno di impiegare meno tempo per raggiungere la temperatura di cottura ottimale.
Inoltre, spegnendo il forno poco prima della fine, si riuscirà a sfruttare il calore residuo ed a risparmiare energia.
Il secondo risparmio, deriva proprio dal calore residuo: se ci si trova in inverno, a cottura terminata si può aprire lo sportello e riscaldare l’ambiente sfruttando il calore contenuto all’interno.
Un altro elettrodomestico chiave è la lavatrice: falla partire solo a pieno carico, utilizzando la modalità ECO ed usando programmi a 30/40°.

 

Veniamo alle temperature in casa.
L’inverno, si sa, è una stagione di intensi consumi energetici. Ecco qualche piccolo consiglio per risparmiare senza rinunciare al tepore in casa.
Tieni liberi i termosifoni, così da non ridurne la capacità termica e, se possibile, applica un pannello termoriflettente tra la parete e il radiatore per non disperdere il calore.
Programma l'accensione del riscaldamento nelle fasce orarie strategiche della giornata (mezz'ora prima del risveglio e del rientro a casa) e tieni chiuse le porte delle stanze, così da isolarne la temperature. Acquista dei paraspifferi da inserire sotto porte e finestre eliminando del tutto i fastidiosi spifferi.

 

Anche l’estate richiede un certo grado di attenzione.
La cosa più naturale che verrebbe da fare è quella di lasciare spalancati balconi e finestre.
Non c’è niente di più sbagliato.
Per mantenere la propria abitazione fresca, invece, è necessario chiudere fino a tardo pomeriggio, finestre, balconi e tapparelle, per poi aprirli nelle ore più fresche.
Altro consiglio fondamentale è quello di spegnere i condizionatori quando si esce di casa, preferendo la modalità deumidificatore.
Se ne si ha la possibilità, infine, introdurre piante e rampicanti sulle pareti esterne dell’abitazione.
Assorbiranno gran parte del calore proveniente da fuori.

 

Con un po’ di attenzione e buona volontà, si possono ottenere risultati insperati, riuscendo così a contenere i propri consumi.

 

 

Seguici su
POWERED BY
Sviluppato da