Unicoenergia a Roma per il convegno FareAmbiente

 

Roma, 26 settembre 2019

Unicoenergia ha partecipato al convegno “Energy Law education and the energy transition” sul diritto dell’energia organizzato dall’associazione FareAmbiente tenutosi presso il Salone Teatro del Pepe.

L’occasione ha visto confrontarsi illustri esperti in materia e professori universitari provenienti da tutta Europa che hanno discusso il tema delle norme che regolano il mercato energetico, in un’ottica di comparazione tra il contesto italiano e quello dei paesi anglosassoni.

Oggi l’educazione al diritto dell’energia è un presupposto fondamentale per il libero mercato e una conoscenza maggiore può portare a comprendere meglio alcuni processi di modernizzazione come ad esempio quello della privatizzazione delle centrali elettriche di pubblico dominio.

Nel suo intervento, Aldo Arcangioli, amministratore di Unicoenergia,  ha parlato dell’impegno profuso dall’azienda nel promuovere l’efficienza energetica, l’energia sostenibile e la mobilità elettrica: “La nostra azienda, in questo discorso di grande efficienza energetica, si è mossa con impegno e convinzione, lo dico in quanto per noi è motivo d’orgoglio e soprattutto una grande soddisfazione sostenere la mobilità elettrica e il sistema di infrastrutture di  ricarica, grazie anche al nostro partner commerciale Innogy, leader del settore in Europa”.

Il CEO ha anche esposto la questione della disinformazione in materia, che non riguarda solamente il diritto dell’energia ma anche le conoscenze basilari di questo mercato che ogni utente dovrebbe possedere: “Il consumatore dovrebbe avere una conoscenza reale del sistema energetico e di come sia possibile risparmiare, ma purtroppo in Italia l’utente medio è poco informato su questo argomento”. Rimanendo sul tema si allaccia al discorso dell’analfabetismo funzionale, problema che interessa una fetta considerevole degli italiani: “Un esempio molto pratico che deve far riflettere è il fatto che molte persone non sono in grado di leggere i costi di una bolletta energetica e di capire esattamente a cosa si riferiscono, e per un’azienda come la nostra che opera con trasparenza nel mercato libero e mette il cliente al primo posto è una grande mancanza”.

Un intervento rivolto soprattutto al consumatore, un invito alla consapevolezza che però manifesta anche la volontà dell’azienda di collaborare con le autorità nazionali ed internazionali per economizzare i consumi e i trasporti dell’energia attraverso la regolamentazione del mercato.

Seguici su
POWERED BY
Sviluppato da