Skip to main content

Caro bollette: dal 1° Ottobre scatta l'aumento.

Arriva, a partire dal 1° Ottobre, la stangata sulle bollette di luce e gas che aumenteranno, rispettivamente, del 29,8% e del 14,4%. Rincari che, senza l'intervento del governo da circa 3 miliardi di euro, sarebbero stati maggiori (oltre il 45% per l'elettricità e superiore al 30% per il gas).

L'ELETTRICITÀ - Per l'elettricità nel 2021 la spesa annuale per la famiglia-tipo sarà di circa 631 euro, con una variazione del +30% rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 145 euro su base annua), fa sapere Arera calcolando gli effetti finali in bolletta degli incrementi.

L'aumento è legato principalmente al rialzo della componente materia prima, con un impatto del +41,5% sul prezzo della famiglia tipo (scomponibile in: +41,1% per effetto della voce energia PE, + 0,4% legato alla voce di dispacciamento PD), controbilanciato dalla forte riduzione/azzeramento degli oneri generali di sistema, -11,7% tra Asos e Arim, arrivando così al +29,8% finale per la famiglia tipo che non percepisce i bonus di sconto. Invariate complessivamente le tariffe regolate di rete (trasmissione, distribuzione e misura).

 

IL GAS - La spesa annuale della famiglia-tipo per la bolletta gas nel 2021 sarà di circa 1.130 euro, con una variazione del +15% circa rispetto al 2020 (corrispondente ad un aumento di circa 155 euro su base annua). L'andamento è determinato da un aumento della componente materia prima, basato sulle quotazioni a termine relative al prossimo trimestre, con un impatto del +30,3% sul prezzo finale della famiglia tipo. A questo si somma un leggero incremento delle tariffe di rete (trasmissione, distribuzione e misura) +1,8%. Incrementi parzialmente controbilanciati dalla riduzione/azzeramento degli oneri generali di sistema, -3,7%, e dalla diminuzione dell'Iva che pesa per un -14%. Si arriva così al +14,4% per l'utente tipo in tutela che non percepisce i bonus di sconto.

IL DECRETO - Grazie al decreto di urgenza del Governo, l’Arera, l’Autorità di regolazione per energia reti e ambiente, è intervenuta annullando transitoriamente gli oneri generali di sistema in bolletta e potenziando il bonus sociale alle famiglie in difficoltà, consentendo di attutire l'impatto su 29 milioni di famiglie e 6 milioni di microimprese.

Per oltre 3 milioni di nuclei familiari aventi diritto ai bonus di sconto per l'elettricità e per 2,5 milioni che fruiscono del bonus gas, in base all'Isee, gli incrementi tariffari sono stati sostanzialmente azzerati dal decreto.

Gli oltre 3 miliardi di euro stanziati dal governo sono stati destinati al contenimento della bolletta delle famiglie e delle microimprese, allocando 2,5 miliardi di euro all'azzeramento degli oneri generali di sistema per il prossimo trimestre e 500 milioni circa al potenziamento dei bonus.

A questo si è aggiunta una riduzione al 5% dell'Iva per le bollette gas, spiega l'Arera, che ha così potuto confermare la riduzione degli oneri generali di sistema per il trimestre Ottobre-Dicembre prevista per la generalità dei clienti elettrici, azzerandoli inoltre per i clienti domestici e le piccole attività in bassa tensione. Anche la bolletta gas, per questo trimestre, sarà meno pesante per la parte relativa agli oneri di sistema, anch'essi fortemente ridotti alla generalità delle utenze, grazie alle risorse straordinarie stanziate.


  • Visite: 1554

Attenzione: pericolo truffa. Cosa fare in caso di telefonate sospette

Telefonate sospette, cosa fare se ne ricevi una

Alcuni operatori si fingono Agenti Unicoenergia. Con la scusa di un aumento delle tariffe o della scadenza del contratto propongono offerte e soluzioni di altri fornitori.

ECCO COSA FARE

  • Verifica chi ti ha chiamato

Controlla se il numero di telefono che ti ha chiamato è di Unicoenergia (0810102020). Se non lo è, non fornire nessuna informazione personale.

 

Chiama il numero verde

  • Se hai qualche sospetto chiama il numero verde 800913685 e raccontaci se hai avuto qualche esperienza negativa.

 

Ti ricordiamo inoltre che in qualsiasi momento puoi rivolgerti al tuo key account di riferimento.

  • Visite: 887

Unicoenergia illumina Una luce sulla pelle

Unità Operativa Clinica di Dermatologia diretta dalla Prof. Gabriella Fabbrocini, sarà illuminato con effetti speciali grazie al contributo di Unicoenergia.

 

L’iniziativa punta a richiamare l’attenzione sull’importanza dei controlli periodici della pelle ai fini della diagnosi precoce, in particolare del melanoma, e si inserisce nell’ampio programma di informazione e prevenzione messo in campo dall’Azienda diretta dall’avv. Anna Iervolino e dalla Scuola di Medicina presieduta dalla Prof. Maria Triassi. “La prevenzione non si ferma mai, neanche di notte è lo slogan che abbiamo voluto per questa iniziativa, realizzata in collaborazione con l’APaIM, l’associazione dei pazienti affetti dal melanoma – spiega la Prof. Gabriella Fabbrocini – la paura del contagio generata dalla pandemia non ha certo favorito la prevenzione. Dopo tanti mesi di restrizioni, con l’arrivo dell’estate, il desiderio di aria aperta è amplificato. Per questo riteniamo fondamentale avvisare sui rischi dell’esposizione sconsiderata al sole e, soprattutto, sulla necessità di controlli periodici ai nei. Il melanoma, infatti, se diagnosticato tempestivamente e curato, è completamente eradicabile”.

 

 L’iniziativa, rilanciata sui canali social di APaIM ha avuto in poche ore centinaia e centinaia di prenotazioni, tanto da raggiungere subito il numero massimo di visite previste (400):  “C’è una forte domanda di aiuto e assistenza – spiega Monica Forchetta, presidente di APaIM – Ho creato l’APaIM per un’esigenza personale, perché anch’io da quasi 9 anni combatto contro il melanoma metastatico, ad oggi in remissione totale, e attraverso queste campagne di prevenzione e con l’informazione cerco di evitare ad altri ciò che ho vissuto, e sto vivendo, sulla mia pelle. La nostra associazione opera su tutto il territorio nazionale e chiunque avesse bisogno d’informazioni o essere indirizzato in strutture di riferimento ci può contattare tramite email Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. oppure attraverso il sito www.apaim.it dove può trovare tantissime informazioni ed essere sempre aggiornato sui progetti di prevenzione da noi organizzati”.  Entusiasta l’adesione di Unicoenergia: “Supportiamo ed affianchiamo la manifestazione  “Una luce sulla pelle” per la prevenzione e la sensibilizzazione contro il melanoma perché da sempre abbiamo a cuore il tema della salute – spiega Aldo Arcangioli, amministratore unico di Unicoenergia – In Unicoenergia, infatti, da sempre, crediamo che le aziende locali debbano radicarsi nel territorio facendosi portatrici di etica e sani valori. Con le nostre installazioni doneremo colore all’evento, indicando così il giusto percorso da intraprendere e mettendo in luce l’importanza di una corretta prevenzione”.

 

  • Visite: 1019

Svolta green al Faito: aperto il primo Auto/bici grill elettrico in Campania

Grazie allo sforzo ed alla sinergia tra Unicoenergia, Eav  e le associazioni Amici della Filangieri, Malkovich ed il circolo Arci “Alta Quota” è partita una nuova start-up nel solco dell’innovazione tecnologica e della transizione ecologica.

Lungo la strada che collega la Funivia con il Belvedere da oggi è in funzione  una moderna stazione di bike-sharing con pedalata assistita e sistema di ricarica ad induzione, una  wall-box di ricarica di macchine e bici elettriche ed  una ciclo officina; questo ampio ventaglio di servizi green si completa con uno spazio di ristoro e di aggregazione culturale gestito dalla storica associazione stabiese “gli Amici della Filangieri” e dal neonato circolo faitense dell’Arci “Alta Quota”.

Il quadro dell’iniziativa si completa con la messa a disposizione delle associazioni del territorio di un locale che funzionerà come una vera e propria Agorà verde per discutere  concretamente delle prospettive di rilancio di un luogo incantato come Monte Faito.

“Era una scommessa, una sfida, una visione: : Faito come luogo dove fare nascere, in questo momento complicato, una start-up al servizio della montagna e dei valori dell'ambiente”,  così esordisce l’avvocato Nicola Corrado, presidente dell’associazione Malkovich e regista di questa nuova avventura imprenditoriale e culturale.

“uno spazio chiuso per 20 anni si riempirà di cittadini, di turisti e soprattutto di giovani per vivere questa meravigliosa montagna all’insegna dei valori dell’ambiente e per provare insieme a generare nuove economie e nuovi lavori” conclude.

Partner strategico dell’iniziativa Unicoenergia, il Ceo Aldo Arcangioli: “abbiamo raccolto questa sfida con entusiasmo e passione, lavorare per la transizione ecologica significa investire concretamente nella mobilità pulita, farlo a Faito per noi ha un valore simbolico,  significa scrivere un manifesto per l’ambiente che possa essere letto da tutti, partiamo da questo luogo incantato per continuare il nostro lavoro nelle città sempre più invivibili, inquinate e chiassose per costruire insieme una nuova consapevolezza della qualità della vita”.

 Ha poi preso la parola  Giovanni Luigi Donnarumma, presidente dell’associazione Amici della Filangieri ed animatore del neonato circolo Arci, Alta Quota: in queste ultime settimane, insieme a decine di volontari,  abbiamo ridipinto le pareti, abbiamo recuperato sedie, tavoli, poltrone, banconi, vecchie insegne, abbiamo posizionato le nostre bandiere, abbiamo riempito di contenuti questo spazio e insieme a tanti vogliamo “pedalare” per questa montagna e per affermare il valore dell’aggregazione, della socializzazione, dello stare insieme, soprattutto dopo questi ultimi mesi vissuti all’insegna del distanziamento sociale”.

Ha concluso  l’assessore al Turismo del Comune di Vico Equense la dott.ssa Annalisa Donnarumma: Siamo orgogliosi di questa iniziativa e delle persone che l’hanno realizzata perché in un momento così complesso hanno avuto il coraggio e l’intraprendenza di continuare ad investire sul Monte Faito. Questo è solo un primo passo verso il turismo sostenibile che è priorità della Città di Vico Equense e dell’intera comunità.

Alla cerimonia di inaugurazione hanno preso parte portando i propri saluti istituzionali la dott.ssa Anna De Lieto vice-presidente dell’associazione Pro-Faito, il dott. Luciano Crolla in rappresentanza dell’EAV e l’onorevole regionale Annarita Patriarca che ha sottolineato l’impegno bipartisan della Regione a favore di Monte Faito.

 

  • Visite: 1059

Arriva 'Napoli ‘N Bike', il bike sharing elettrico in città

Il servizio si snoda attraverso una rete di sei stazioni con tecnologia Emoby One e 36 City Bike a pedalata assistita, che a regime diventeranno 84.

 

Un progetto innovativo di noleggio su strada di biciclette a pedalata assistita realizzato grazie alla partnership di Unicoenergia, MC Consulting e ESA Move con il Comune di Napoli, con il sostegno di Q8 e la tecnologia Emoby.

Napoli ‘N Bike – è questo il nome del servizio – realizza un concept innovativo del noleggio stazionato a beneficio della efficienza e della buona organizzazione della mobilità in città.
Il sistema si snoda attraverso una rete di sei stazioni con tecnologia Emoby One e 36 City Bike a pedalata assistita che a regime diventeranno 84.

 

Ogni stazione è dotata di sei stalli di ricarica, ma le bike disponibili a regime saranno 14.
Le bike infatti potranno essere lasciate in adiacenza alla stazione in quanto verranno gestite dal software “Virtual dock” di Emoby che potrà pianificare l’intervento dei manutentori anche per garantire l’ottimale ricarica ed elaborare i dati relativi alla bici durante le fasi di noleggio e stazionamento, segnalando agli amministratori del sistema e agli utenti eventuali anomalie, anche con alert di potenziali tentativi di furto.

 

Per utilizzare il servizio basta scaricare l’app, registrarsi e si è pronti a partire. Il sistema è user friendly: il noleggio si avvia mediante la scansione del QR Code della Stazione o della City Bike. I codici digitali delle Stazioni e delle City Bike vengono automaticamente associati alla sessione di noleggio dell’Utente e l’accensione della bicicletta, geolocalizzata, è automatica, senza pulsanti o chiavi.

 

“Questa mattina il lancio di Napoli n bike con 6 nuove ciclostazioni e, a regime, 84 biciclette a pedalata assistita che saranno fruibili come offerta di mobilità sostenibile. In questo modo proseguiamo una svolta green consentendo ai cittadini di muoversi e spostarsi in città in modo totalmente ecologico - ha sottolineato Marco Gaudini assessore al trasporto pubblico e alla mobilità comune di Napoli - Questo è un primo pezzo di una offerta che stiamo costruendo perché sono in previsione altre azioni dell’amministrazione. È già attiva una manifestazione di interesse per altre 500 biciclette che verranno aggiunte a quelle già presentate. Prevedremo anche nelle nostre stazione di interscambio di Anm colonnine per le biciclette".

 

"Una iniziativa questa - ha aggiunto - per cui l’amministrazione non ha investito e speso risorse. Una procedura di evidenza pubblica che ha coinvolto un gruppo di soggetti privato che hanno deciso di investire e ben venga che una partnership tra pubblico e privato dia un servizio alla città”.

 

Presente all’evento anche il cantante Andrea Sannino che dichiara: “Bisogna dare un’accelerata sulla mobilità sostenibile, quella che rispetta l’ambiente. Credo che la mobilità green sia il futuro del mondo e quindi anche della mia meravigliosa città".

 

Le stazioni Napoli N’Bike, automatizzate e in servizio h24, 7 giorni su 7, si trovano in sei punti centrali della città: Via Partenope, Piazza Vittoria, Piazza Municipio, Piazza Trieste e Trento, Piazza Sannazzaro, Piazza Bovio.

La ricarica è di tipo induttivo, con un vantaggio sia per la sicurezza elettrica sia per la resistenza agli agenti atmosferici. L’installazione delle stazioni non richiede interventi edili invasivi, salvo un allaccio alla rete elettrica. Le stazioni possono quindi essere facilmente rimosse e riposizionate altrove senza danneggiamenti.

I costi di utilizzo per gli utenti partono da € 0,99 al distacco e € 0,05 al minuto portando quindi il costo di un’ora di noleggio a € 3,99, ma sono previsti diversi pacchetti con prezzi molto vantaggiosi che ne favoriranno l’uso sia per i cittadini che per i turisti.

“E’ un progetto entusiasmante. Abbiamo completato la installazione di tutte le stazioni e siamo orgogliosi di poter attivare oggi le prime di Piazza Vittoria e Via Partenope. Il Comune ed Enel stanno collaborando attivamente affinché ancora in questo mese possano essere elettrificate anche le ulteriori stazioni.” dichiara Marcantonio Cascini Presidente MC Consulting, ideatore del progetto che così conclude “ringrazio i miei partner oltre che l’Assessorato alla Mobilità del Comune di Napoli per il supporto dato per il successo di questa iniziativa”.

 

Innovare la mobilità, contribuire al bike sharing nella città di Napoli premiandone la sostenibilità e dare un segnale di ripartenza anche al settore del turismo. Sono queste le ragioni che hanno portato Napoli N’Bike a scegliere il capoluogo campano come città-pilota del progetto.

 

 

 

  • Visite: 1662